Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
signoradeifiltri.blog (not only book reviews)

Elisabeth Seton

8 Luglio 2015 , Scritto da Patrizia Poli Con tag #poli patrizia, #personaggi da conoscere

La chiesa episcopale statunitense si staccò da quella anglicana durante la rivoluzione americana, quando fu imposto ai dissidenti di giurare fedeltà alla monarchia britannica. A questa confessione apparteneva Elisabeth Anne Bayley (1774 – 1821) una quieta ragazza di ottima famiglia, ricca ed elegante, gentile, mite, paziente, intelligente, che faceva vita ritirata ed era amante della lettura e soprattutto della Bibbia.

Sposò il giovane William Magee Seton, di cui era molto innamorata, e la coppia mise al mondo cinque figli. Furono anni felici, ma durarono poco. Il suocero di Elisabeth morì, lasciando al figlio un’azienda malandata e sette fratellastri di cui occuparsi. La ditta fece bancarotta e William si ammalò di tubercolosi.

Per curare la salute sempre più malferma di William, la famiglia si trasferì in Italia. Nel novembre del 1803 sbarcò a Livorno ma fu subito messa in quarantena a causa della febbre gialla che imperversava in America.

Purtroppo il marito peggiorò fino a morire. Fu sepolto nel cimitero degli inglesi. Il console britannico aiutò la giovane vedova che trovò conforto nell’accettazione della “volontà di Dio” e nella preghiera, frequentando numerose chiese livornesi fra le quali il Santuario di Montenero. Qui Elisabeth, orfana di madre, sentì fortissimo il richiamo della materna figura della Madonna e, durante la celebrazione della messa, ebbe una specie di epifania che la spinse a convertirsi al cattolicesimo.

L’anno successivo tornò in America, dove fu battezzata e cresimata e dove cominciò il suo apostolato in favore dei poveri e soprattutto delle vedove con figli piccoli. Nel 1809 fondò la comunità de “le figlie della carità”, improntata alla spiritualità di San Vincenzo de Paoli, che considera la missione apostolica come un’azione volta anche a risolvere i problemi materiali delle popolazioni sofferenti.

Anche lei affetta da tubercolosi, morì a soli quarantasei anni a Emmitsburg, dove è la casa madre dell’ordine da lei fondato. Nel 1975 fu canonizzata da Paolo VI e divenne la prima santa statunitense.

Il sacerdote della parrocchia livornese Anna Seton di piazza Maria Lavagna, è intervenuto nel 2004 con un escavatore nell’antico cimitero degli inglesi, in un terreno che non permette l'ingresso di tali mezzi, ed ha riesumato le spoglie del marito, non cattolico bensì protestante, di Elisabeth, danneggiando gravemente la tomba.

The American episcopal church broke away from the Anglican church during the American revolution, when dissidents were forced to swear allegiance to the British monarchy. To this confession belonged Elisabeth Anne Bayley (1774 - 1821) a quiet girl from an excellent family, rich and elegant, kind, gentle, patient, intelligent, who lived a withdrawn life and was a lover of reading and above all of the Bible.

She married the young William Magee Seton, with whom she was very much in love, and the couple gave birth to five children. Those were happy years, but they didn't last long. Elisabeth's father-in-law died, leaving his son a run-down company and seven half-brothers to take care of. The firm went bankrupt and William fell ill with tuberculosis.

To take care of William's increasingly ill health, the family moved to Italy. In November 1803 she landed in Livorno but was immediately put into quarantine because of the yellow fever that was raging in America.

Unfortunately her husband got worse until he died. He was buried in the English cemetery. The British consul helped the young widow who found comfort in accepting the "will of God" and in prayer, attending numerous churches in Livorno including the Sanctuary of Montenero. Here Elisabeth, motherless, felt very strong the call of the maternal figure of the Madonna and, during the celebration of the mass, she had a kind of epiphany that pushed her to convert to Catholicism.

The following year she returned to America, where she was baptized and confirmed and where she began her apostolate in favor of the poor and especially widows with young children. In 1809 she founded the community of "the daughters of charity", based on the spirituality of Saint Vincent de Paul, who considers the apostolic mission as an action also aimed at solving the material problems of suffering populations.

She also suffered from tuberculosis and died at the age of forty-six in Emmitsburg, where the mother house of the order she founded is. In 1975 she was canonized by Paul VI and became the first American saint.

The priest of the Livornese parish Anna Seton of Piazza Maria Lavagna, intervened in 2004 with an excavator in the ancient English cemetery, in a land that does not allow the entry of such vehicles, and exhumed the remains of her husband, a non-Catholic but Protestant, seriously damaging the tomb.

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post