Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
signoradeifiltri.blog (not only book reviews)

Post con #vignette e illustrazioni tag

ALLA XXII EDIZIONE DI ROMICS I FUMETTISTI REINVENTANO I BEATLES

18 Settembre 2017 , Scritto da Patrizia Poli Con tag #vignette e illustrazioni, #eventi

 
 

 

 

Il mondo dei Fab Four illustrato dagli artisti contemporanei

La XXII edizione di Romics (5-8 ottobre 2017) celebrerà I Beatles con una grande mostra, realizzata in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti, che racconta l’interesse che disegnatori, editori ed appassionati hanno mostrato allo speciale rapporto tra il gruppo di Liverpool e l’universo dei fumetti, dell’illustrazione e del cinema di animazione. Per celebrare il cinquantesimo anniversario della pubblicazione del disco Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band e della prima e unica visita in Italia dei Fab Four, l’esposizione propone una vasta selezione di tavole di fumetti originali, oggetti e gadgettistica d'epoca da collezione, di memorabilia, manifesti, stampe e riproduzioni, filmati, dedicati al caleidoscopicouniverso dei Beatles.

Accanto a questo memorabile percorso espositivo si aggiunge una speciale sezione curata da Romics che ha chiesto a fumettisti e artisti italiani e internazionali di proporre tavole ispirate al variopinto mondo dei Beatles. La maggior parte degli artisti ha realizzato delle splendide tavole originali per l’occasione.

A cimentarsi nell’impresa sono stati artisti come l’illustratrice spagnola Laura Perez Vernetti, la fumettista, illustratrice e animatrice giapponese Yoshiko Watanabe, la manga editor e illustratrice nipponica Midori Yamane, la coppia di artisti inglesi Mick Manning e Brita Granstrom e il trio David Foenkinos, Eric Corbeyran e Horne. Tra gli italiani tante firme prestigiose hanno aderito con grande entusiasmo al progetto di Romics: il vignettista Sergio Staino, il disegnatore di Diabolik e Martin Mystère Giuseppe Palumbo; l’editore di Astorina e sceneggiatore storico di Diabolik Mario Gomboli; il regista, animatore e storyboard artist Christian De Vita; il fumettista e pittore Massimo Rotundo; il disegnatore di Diabolik e Lord Caine Stefano Babini; l’illustratore e fumettista Lele Vianello; il disegnatore di Martin Mystère e Magico Vento Eugenio Sicomoro;l’illustratore e pittore Mauro De Luca; il duo di attori Lillo & Greg, da sempre legato all’immaginario del fumetto; il fumettista e illustratore del West Sergio Tisselli; l’illustratore Piero Ruggeri; l’artista innovativa Lady Be; l’inimitabile illustratore Paolo Barbieri; in scena anche il mitico Lupo Alberto creato da Silver con una tavola disegnata da Bruno Cannucciari.

Una vera mostra nella mostra, una variegata espressione dei migliori talenti di oggi a testimonianza di come l'immaginario dei Beatles continui a ispirare ed affascinare gli artisti grafici contemporanei.

 

Mostra altro

Cesare Lo Monaco, "Matita fuori margine"

16 Settembre 2017 , Scritto da Gordiano Lupi Con tag #gordiano lupi, #recensioni, #vignette e illustrazioni

 

 

 

Cesare Lo Monaco

Matita fuori margine

Edizioni Sensoinverso

www.edizionisensoinverso.it

info@edizionisensoinverso.it

Pag. 140 - Euro 14

 

Cesare Lo Monaco, in arte César, non lo scopriamo certo noi, non è un debuttante, viste le sue collaborazioni al Corriere dei Piccoli, Smemoranda, Il Messaggero dei Ragazzi, Panorama..., ma fa pensare che per pubblicare una raccolta di graffianti  e incisive vignette debba ricorrere a un piccolo editore. I gusti del pubblico stanno cambiando al punto che il fumetto comico - satirico non ha più lettori oppure i nostri grandi editori si sono acquietati sui guadagni certi rinunciando alla loro funzione di stimolo culturale? Per noi è buona la seconda, ma resta un'opinione, che può essere smentita. D'altra parte vediamo che sono tornati in edicola Popeye e Cocco Bill, cosa che fa ben sperare per il futuro del fumetto umoristico.

Lo Monaco è più un vignettista scuola Giuliano e Forattini che un disegnatore di fumetti, i suoi lavori a tavola unica non prevedono un personaggio fisso, ma in primo piano ci sono le famiglie, i giovani amorfi che popolano il quotidiano, di tanto in tanto tornano i ragazzi al cellulare, gli studenti svogliati, gli amori via internet, ma protagonisti delle tavole sono gli uomini contemporanei. L'artista critica quel che siamo diventati - che è sotto gli occhi di tutti - un popolo di connessi, incapaci di comunicare con le parole e con gli sguardi, ma sempre intenti a dialogare on line, magari con perfetti sconosciuti. Battute divertenti, mai fini a se stesse, qualcuna lascia un sapore amaro in bocca, perché la scopriamo vera, ci rivediamo i nostri figli, la realtà in perenne cambiamento, forse non proprio verso un mondo migliore. Ed è questo il compito della satira, un genere che in Italia ha vissuto alterne fortune e del quale si sentirebbe il bisogno del ritorno, magari con una bella rivista da edicola come quelle di un tempo (Cuore, Tango, Il Male, persino Comix). César non usa la striscia e neppure la tavola domenicale ricca di vignette, risolve tutto con stile rapido in una sola battuta, graffiante, senza scadere mai a livello di barzelletta. Matita fuori margine è una raccolta di piccole storie di vita quotidiana, un lavoro interessante e soprattutto divertente, che ci permette di capire un po' di più come siamo diventati.

 

Gordiano Lupi
www.infol.it/lupi

 

Cesare Lo Monaco, "Matita fuori margine"Cesare Lo Monaco, "Matita fuori margine"Cesare Lo Monaco, "Matita fuori margine"
Mostra altro

Radioblog: Bookabook

15 Settembre 2017 , Scritto da Chiara Pugliese Con tag #chiara pugliese, #radioblog, #interviste, #vignette e illustrazioni, #eva pratesi

 

 

 

 

 

 

Oggi RadioBlog vi presenta un’iniziativa editoriale davvero interessante per chi volesse pubblicare il proprio romanzo. Si chiama BOOKABOOK e, sostanzialmente, secondo il meccanismo del crowdfunding, consente ai futuri lettori di un libro di contribuire alla sua pubblicazione. Per i nuovi scrittori un nuovo strumento per mettersi in gioco e riuscire a coronare il sogno di veder pubblicato il proprio romanzo e per i lettori un sistema coinvolgente che offre loro un ruolo di primo piano nella scelta dei romanzi che verranno pubblicati.

Ne parleremo con una scrittrice, Silvia Algerino, che proprio grazie a BookaBook ha pubblicato il suo primo romanzo e che ha continuato poi a collaborare con questo programma editoriale.

Accompagna questa intervista un disegno della nostra Eva Pratesi di cui ricordiamo come sempre il sito www.geographicnovel.com; qui Eva ci fa viaggiare in angoli nascosti d’Italia e non solo nei quali ci conduce attraverso le sue illustrazioni, le sue spiegazioni del territorio e la sua fantasia.

Buon ascolto!

 

Mostra altro

Radioblog: Terracina Book Festival

8 Settembre 2017 , Scritto da Chiara Pugliese Con tag #chiara pugliese, #radioblog, #eventi, #vignette e illustrazioni, #interviste, #eva pratesi

 

 

 

 

 

 

 

Amici di RadioBlog, ancora con voi questa settimana per parlarvi di un’altra iniziativa dedicata ai libri, Il Terracina Book Festival che si terrà nella bellissima cittadina laziale sul mare. Terracina è stata nominata tra le altre cose quest’anno  la Regina della Via Appia, in quanto tappa importante dell’Appia Trail, un percorso di trekking volto a riscoprire e valorizzare la bellissima Regina Viarum.

A parlarci di questo festival letterario sarà il giornalista, scrittore ed editore Andrea Giannasi che ci illustrerà in sintesi il programma con i principali appuntamenti e ci parlerà anche della sua attività di editore, segnalandoci nomi di scrittori che si affacciano sul panorama letterario italiano e offrendo consigli e suggerimenti a beneficio di coloro che volessero intraprendere la strada della scrittura.

L'illustrazione di oggi di Eva Pratesi è ovviamente dedicata a Terracina e richiama il tema del "Grand Tour" visto che questa deliziosa località è stata una tappa del viaggio in Italia di Goethe nel 1787. A questo proposito il Comune di Terracina ricorda lo scrittore in una stele che riporta una delle sue estasiate descrizioni delle ricchezze naturalistiche ed archeologiche del territorio. Il disegno che Eva vi propone rappresenta il connubio tra viaggio e letteratura, un invito a visitare Terracina in occasione del Book festival e magari, perché no, lasciarsi rapire come il famoso scrittore dalle bellezze del suo paesaggio.

Nell’occasione vi segnaliamo come sempre il sito web di Eva che è www.geographicnovel.com , dove troverete molte delle sue  illustrazioni.

"Music: www.bensound.com"

 

Vi auguriamo buon ascolto!

Mostra altro

Radioblog: Il Festival letteratura di Mantova

6 Settembre 2017 , Scritto da Chiara Pugliese Con tag #chiara pugliese, #radioblog, #eventi, #vignette e illustrazioni, #interviste, #eva pratesi

 

 

 

 

 

Oggi all’interno di RadioBlog parleremo di un sogno: LEGGERE PER MESTIERE e conosceremo una persona che ha fatto di questo sogno una realtà. Si chiama Simonetta Bitasi e si definisce LETTRICE AMBULANTE che significa in sostanza mettere in comunicazione tra loro lettori e libri, cercando di valorizzare quelle realtà editoriali che, seppur interessanti, per varie ragioni non riescono ad emergere e raggiungere il grande pubblico.

Simonetta ci racconterà il percorso che l’ha portata ad intraprendere questa professione, ci spiegherà come si svolge esattamente il suo lavoro e ci dispenserà consigli utili per poter seguire il suo esempio.

Ma parleremo anche di un evento letterario attesissimo, il FestivalLetteratura di Mantova che si terrà nella città dei Gonzaga dal 6 al 10 Settembre e di cui la nostra intervistata è una delle autrici.

Vi segnaliamo dunque il sito web di Simonetta Bitasi : www.lettoreambulate.it e quello del FestivaLetteratura www.festivaletteratura.it.

Ad accompagnare la nostra intervista ci sarà come sempre un’illustrazione di Eva Pratesi dedicata a Mantova, città natale di Simonetta e alla lettura.

Nell’occasione vi segnaliamo come sempre il sito web di Eva che è www.geographicnovel.com , dove troverete molte delle sue  illustrazioni.

"Music: www.bensound.com"

Buon ascolto!

 

Mostra altro

Radioblog: Intervista a Franco Piol

1 Agosto 2017 , Scritto da Chiara Pugliese Con tag #chiara pugliese, #radioblog, #vignette e illustrazioni, #interviste, #eva pratesi

 

 

 
Ed eccoci giunti al termine di questo audio viaggio nell'opera di Franco Piol, Tana libera tutti- Augh Edizioni.
Mi sono divertita ed emozionata e sono felice di aver dato un piccolo contributo a far conoscere uno scrittore arguto e simpatico come Franco.
Il suo libro di racconti ci ha fatto riscoprire Roma, una Roma però che non c'è più, la Roma verace e popolare del secondo dopoguerra, così come l'umanità che animava i rioni di questa città che rinasceva in un atmosfera di sollievo per la fine del conflitto e di dolore per la scia di morte che comunque si era lasciato dietro.
Ho scambiato due chiacchiere con Franco Piol che ci ha parlato della sua opera ed ha anche dato un suo personale consiglio a chi volesse diventare scrittore.
Se avrete la pazienza di ascoltare l'intervista fino in fondo, dopo i saluti, vi leggerò l'epilogo del libro.
Come al solito assieme a questo intervento ci sarà un'illustrazione di Eva Pratesi ispirata al finale di Tana Libera Tutti e per chi volesse conoscere più da vicino l'opera di Eva il sito di riferimento è  www.geographicnovel.com .
Rinnovo l'invito agli scrittori, che volessero far conoscere la loro opera attraverso RadioBlog, a scrivere alla mia casella di posta elettronica "chiara1312@gmail.com".
Un saluto a tutti voi e un grazie a Patrizia Poli che ci mette a disposizione questo prezioso spazio per dare voce agli scrittori.
 
Buon ascolto!
 
Mostra altro

Radioblog: Franco Piol, "Tana libera tutti"

21 Giugno 2017 , Scritto da Chiara Pugliese Con tag #chiara pugliese, #eva pratesi, #recensioni, #radioblog, #vignette e illustrazioni

 

 

Illustrazione di Eva Pratesi

 

Eccoci pronti per il secondo appuntamento con RadioBlog - Voce agli scrittori. Questo mese scopriamo Franco Piol con il suo libro Tana libera tutti , ambientato a Roma nel dopoguerra.

Vi ricordo che, durante la lettura, potrete partecipare lasciando commenti sul libro o domande che vi piacerebbe porre all’autore con il quale faremo una chiacchierata tra un mese circa.

Intanto vi leggo un piccolo estratto delle prime pagine del libro dove conosceremo subito i dubbi ed i tormenti della bella Adelaide, segnata profondamente dalle vicende della guerra, che si trova a dover rendere conto al figlio Giannino di una scomoda realtà, specie in quei tempi.

Accompagnerà la lettura un’illustrazione della brava Eva Pratesi che coglie il momento in cui madre e figlio si confrontano.

E mi raccomando, cari scrittori, se volete anche voi essere protagonisti di questo spazio scrivetemi!Buon ascolto e buona lettura.

 

Musica: http://www.bensound.com

 

Per conoscere meglio il mondo delle illustrazioni di Eva Pratesi: http://www.geographicnovel.com

Radioblog: Franco Piol, "Tana libera tutti"
Mostra altro

Animavì: Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico

13 Maggio 2017 , Scritto da Patrizia Poli Con tag #vignette e illustrazioni

 

 

Animavì

Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico
seconda edizione

 

Diretto dal regista Simone Massi, il primo festival al mondo dedicato specificatamente all’animazione poetica e d’autore.
Tra gli ospiti il regista svizzero Georges Schwizgebel, conduce le serate Luca Raffaelli. Sedici opere in concorso da tutto il mondo


Si tiene nel centro storico di Pergola (Pesaro - Urbino) nel giardino di Casa Godio,dal 13 al 16 luglio 2017 la seconda edizione di ANIMAVÌ - Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico, con la direzione artistica del più importante regista italiano di cinema d’animazione, Simone Massi, che da anni realizza il trailer e la locandina della Mostra del Cinema di Venezia. Ospite d'eccezione il Maestro svizzero Georges Schwizgebel, regista di fama internazionale premiato nei festival di tutto il mondo, da Cannes ad Annecy, autore di oltre venti cortometraggi d’animazione (tra cui La Course à l’abîme; The Man with No Shadow; Romance; Jeu; Erlkönig), in cui applica una tecnica originale, artigianale, che consiste nel dipingere a mano ogni fotogramma, realizzando una pittura animata, di fatto opere d’arte dinamiche. A condurre le serate, che vedranno la partecipazione di ospiti musicali e personaggi del mondo della cultura italiana e internazionale, Luca Raffaelli, giornalista, saggista, sceneggiatore e uno dei massimi esperti di fumetti e animazione in Italia. Il programma completo al link www.animavi.org

A contendersi il Bronzo Dorato, prezioso trofeo artistico, ispirato all'omonimo gruppo equestre di epoca romana e simbolo della cittadina marchigiana, saranno 16 opere di animazione provenienti da tutto il mondo, dall'Australia alla Svizzera passando per l'italiano 'Confino', di Nico Bonomo, ma anche lavori da Spagna, Francia, Russia, Cina, Corea del Sud, Polonia, Lettonia, Portogallo e Danimarca. La Croazia sarà rappresentata quindi da '1000' di Danijel Zezelj.

Animavì vuole soprattutto rappresentare a livello internazionale il “cinema d’animazione artistico e di poesia”, quel genere di animazione indipendente e d’autore che si propone di raccontare per suggestione, prendendo le distanze in maniera netta dall’animazione mainstream. Vogliamo cercare di portare a Pergola - sottolinea il direttore artistico Simone Massi - dei 'giganti' in un piccolo paese e in un piccolo festival. Un tentativo che facciamo in maniera scanzonata e allo stesso tempo con la consapevolezza che qualcosa di importante ce l’abbiamo anche noi: le colline, i piccoli borghi, la nostra Storia”. Animavì primo festival al mondo dedicato specificatamente all’animazione poetica e d’autore, vanta il supporto di numerose figure di spicco della cultura e dell’arte, insieme a contadini, minatori, partigiani: Pierino Amedano, Franco Armino, Andrea Bajani, Luca Bergia, Valentina Carnelutti, Max Casacci, Dilo Ceccarelli, Ascanio Celestini, Erri De Luca, Nino De Vita, Goffredo Fofi, Daniele Gaglianone, Gang, Valeria Golino, Nastassja Kinski, Emir Kusturica, La Macina, Neri Marcoré, Mau Mau, Laura Morante, Marco Paolini, Lyudmila Petrushevskaya, Umberto Piersanti, Alba Rohrwacher, Francesco Scarabicchi, Silvio Soldini, Oreste Tagnani, Paolo e Vittorio Taviani, Miklós Vámos, Daniele Vicari, Emily Jane White, Massimo Zamboni.

 

Animavì è un evento realizzato grazie all'organizzazione di Mattia Priori, Leone Fadelli, Silvia Carbone e dall'associazione culturale Ars Animae, con il contributo e patrocinio di Regione Marche, Ministero deI Beni Culturali e delle attività culturali e del turismo, Marche Film Commission, Marche Cinema Multimedia, Comune di Pergola, Provincia di Pesaro e Urbino, SNGCI - Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani e Accademia del Cinema Italiano Premio David di Donatello. Il festival ha ricevuto dal Presidente della Repubblica la Medaglia al Merito per il valore culturale dell'iniziativa.


Per maggiori informazioni:

www.animavi.org
info@animavi.org
https://www.facebook.com/animavifestival

Mostra altro

Sergio Toppi, "Sharaz-De le mille e una notte"

19 Marzo 2017 , Scritto da Gordiano Lupi Con tag #gordiano lupi, #recensioni, #vignette e illustrazioni

 

 

 

Sergio Toppi

Sharaz-De Le mille e una notte

NPE – euro 29,90 – pag. 255

 

Sergio Toppi (1932 - 2012) è uno dei grandi nomi del fumetto italiano degli anni Sessanta e Settanta - quando era un genere vitale e popolare non roba d’elite come adesso - uno che può stare alla pari con Hugo Pratt, Dino Battaglia, Milo Manara e Guido Crepax. Eppure molti se ne sono dimenticati, come capita spesso a grandi autori che hanno rappresentato il fulcro della nostra letteratura per immagini. Non io, cresciuto a pane e fumetti, senza per questo disdegnare i classici e i romanzi contemporanei, frutto come sono di una sana educazione postmoderna.

Toppi aveva il vantaggio di scrivere per il Corriere dei Ragazzi, per riviste considerate educative, rifaceva a fumetti i racconti di Buzzati, le Mille e una notte, scriveva racconti storici insieme a Mino Milani… Mio padre era un suo fan sfegatato, diceva che era un disegnatore che si rifaceva alla vecchia scuola del fumetto americano. A mio parere non è così vero, con Toppi siamo dalle parti dell’espressionismo tedesco e del realismo magico sudamericano. Toppi - per fortuna - non è stato dimenticato neppure da un piccolo editore colto e capace come Nicola Pesce, che dopo aver riscoperto Dino Battaglia prosegue nella sua opera meritoria di ristampare grandi opere del fumetto italiano. Il primo volume della collana Toppi è Sharaz-De, un modo agevole per avvicinare i ragazzi alla complessa lettura de Le mille e una notte, sceneggiate per immagini con estrema cura e con una ricerca linguistica certosina.

Il libro di NPE è stupendo, grande formato, rilegato, molte pagine a colori, dipinte ad acquarello, tanti originali in bianco e nero, schizzate con il tratto inconfondibile dell’artista milanese, stilizzato e nervoso, a base di chiaroscuri. Ottimi apparati critici, con una dotta introduzione di Matteo Stefanelli e un’intervista che Toppi ha rilasciato a Mariangela Rado, l’8 marzo del 2010, due anni prima di morire. Il nostro premio Yellow Kid 1975 fa sfoggio di modestia, dice di non ritenersi un maestro e di aver cominciato a disegnare fumetti per necessità, imitando modelli di autori più esperti.

La collana dedicata a Toppi andrà avanti con Blues, Bestiario, Naugatuck 1757, Chapungo, Ogoniok, Il dossier kokombo, Il Dio minatore, Krull, Il Collezionista, Colt Frontier, Tanka, Warramunga, La leggenda di Potosi, Sic Transit Gloria Mundi… l’archivio di cui dispongono gli eredi è sterminato. Per fortuna recuperabile, perché in certi casi non si riescono a ristampare vecchi fumetti per un problema di diritti, come nel caso dei fumetti Bianconi, dove ci sarebbe del buono da recuperare.

Lasciatemi dire che i grandi editori hanno abdicato al loro compito istituzionale di fare cultura e che per fortuna esistono piccole e dinamiche realtà come la Nicola Pesce Editore. Se così non fosse, saremmo nelle mani di chi sforna prodotti commerciali, li presenta al Premio Strega per allargare la platea dei possibili fruitori, spacciando per arte dei patetici quanto sterili virtuosismi.

Mostra altro

Romics: concorso Libri a fumetti

26 Febbraio 2017 , Scritto da Patrizia Poli Con tag #poli patrizia, #concorsi, #vignette e illustrazioni

 

 

Alla XXI edizione di Romics torna l’appuntamento con il Concorso Libri a Fumetti: il Premio che promuove la lettura e i migliori autori della nona arte Libri a Fumetti, il Concorso dedicato al mondo dei libri a fumetti, che negli anni scorsi ha premiato importanti autori quali Paco Roca, Robert Kirkman, Gipi, Igort, Canales e Pellejero, ritorna alla XXIesima edizione di Romics (6-9 aprile 2017).

Romics continua a impegnarsi per promuovere e diffondere in modo sempre più capillare la lettura in Italia attraverso un concorso che riunisce le più interessanti uscite editoriali della nona arte pubblicate nel nostro paese. Libri a Fumetti coinvolge artisti di diverse provenienze geografiche, offrendo un quadro ampio ed esauriente delle novità del panorama italiano e internazionale, sia grazie alla presenza in concorso di opere di artisti più rinomati, che alla sezione Nuovi Talenti, dove vengono premiate le matite più promettenti.

Il Concorso prevede 10 Premi: Gran Premio Romics, Premio Speciale della Giuria, Miglior libro di scuola Sudamericana, Miglior libro di scuola Angloamericana, Miglior Libro di scuola Europea, Miglior libro di scuola italiana, Miglior libro di scuola Giapponese, Miglior ristampa, Premio Nuovi Talenti.

Romics dedica uno spazio sempre crescente ai libri candidati, sia veicolandoli tramite i canali di comunicazione della manifestazione, sia tramite una mostra all’interno di Romics che permetterà ai visitatori di visionare tutti i libri in concorso.

Importanti novità sulla giuria di questa edizione, con alcuni dei prestigiosi giurati che arrivano a Romics da mondi apparentemente lontani da quelli del fumetto: il giornalista Piero Melati, Romano Montroni, presidente del Centro per il libro e la Lettura – Cepell, Enrico Fornaroli, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, grande esperto di Fumetto. Una scelta fatta per sottolineare il progressivo assottigliarsi dei confini tra il fumetto e la narrativa tradizionale.

Il concorso si inserisce all’interno di diverse iniziative targate Romics che hanno l’obiettivo di dare ulteriore slancio alla promozione della lettura in Italia, credendo fortemente che le graphic novel, la creatività nel fumetto siano straordinari mezzi di espressione che valicano confini geografici e sopratutto barriere culturali di ogni genere.

La cerimonia di premiazione si terrà il 9 aprile 2017 presso il PalaRomics.

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FUMETTO, ANIMAZIONE, CINEMA E GAMES Festival Internazionale del Fumetto, Animazione, Cinema e Games Tel. 06 87729190 - Fax 06 87729192 - info@romics.it

Mostra altro
1 2 3 4 > >>