Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
signoradeifiltri.blog (not only book reviews)

cinzia diddi

Festival del cinema di Venezia 78

13 Settembre 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda, #cinema

 

 

 

 

Look da favola indossati dalle star, abiti da sogno, gioielli importanti, accessori da regina per le celebrità che hanno calcato l’ambitissimo red carpet del Festival del Cinema di Venezia giunto alla sua settantottesima edizione.

Ma Chi ha vestito Chi? Spicca Cinzia Diddi tra gli stilisti! La stilista delle star, richiestissima. Chi indossa una sua creazione non solo esalta la propria bellezza ... ma ha la fortuna d'indossare un vero e proprio talismano.

Cinzia Diddi è una nota stilista fiorentina, si vocifera che i suoi abiti oltre ad essere belli siano anche dei portafortuna.

Arianna Bergamaschi è stata vestita dalla stilista dei vip sul grande tappeto rosso di Venezia.

Moltissimi i vip che si fanno curare l’immagine dalla stilista, questo le ha permesso di aggiudicarsi il titolo di "stilista delle star", oltre che di stilista che veste l’anima.

Per Arianna Bergamaschi, bellissima e bravissima, madrina dell’evento “Sorriso Diverso Venezia Award" - premio collaterale ufficiale a Venezia 78 assegnato alla Carrà per la sua carriera cinematografica - Cinzia Diddi ha proposto un lungo abito a sirena in paillettes verde smeraldo e oro rosa, un tessuto particolare, ideato in modo che brillasse alla luce. Molto prezioso, un solo dettaglio scenografico: dei fili di pietre dure verde smeraldo sulla spalla.

Il suo abito è entrato subito nella classifica dei più belli che hanno sfilato sul red carpet di Venezia.

Alla domanda quale sia il segreto per essere sempre ai primi posti nelle classifiche di gradimento, Cinzia Diddi risponde che servono: intuito, passione, attitudine, studio del personaggio, tecnica, amore per  lavoro. Questi sono gli ingredienti magici.

Mostra altro

Una notte magica

30 Agosto 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda, #personaggi da conoscere

 

 

 

 

Mondi paralleli... attesissimo il concerto di Fabrice Pascal Quagliotti, leader e tastierista della leggendaria band elettro-rock The Rockets. Straordinario successo per una notte magica in un luogo magico - Villa Olmo - sulle rive del Lago di Como.

Fabrice ha suonato una straordinaria gamma di sintetizzatori e un pianoforte a coda, dando vita a un viaggio unico e ricco di atmosfera, attraversando un universo di suoni e giochi di luci laser. La sua immagine ormai da tempo è curata da una nota stilista: la fiorentina Cinzia Diddi, la quale viene spesso ricordata poiché segue l’immagine di molti e importanti personaggi del mondo dello spettacolo, dell’arte e della musica.

 

Quanto è difficile il suo lavoro quando si hanno artisti come Fabrice Pascal da vestire?

Amo il mio lavoro e voglio molto bene a Fabrice, è un grande artista, una grande persona e soprattutto un grande amico. Abbiamo molti punti di contatto ma in particolare siamo due perfezionisti. Questo ci permette di dare il massimo in tutto quello che facciamo.

 

A cosa si ispira per l’immagine del leader dei Rockets?

Il compito era arduo perché i Rockets, oltre che per la bravura, sono ricordati anche per i particolarissimi abiti color argento. Dovevo reinventare Fabrice in questo suo nuovo progetto da solista, rimanendo fedele alla sua attenzione per l’immagine e conservando la sua eleganza innata. Uno stile un po’ napoleonico per ribadire la sua grandezza come artista e come uomo.

 

Altri i progetti condivisi, lo abbiamo appreso seguendovi sui social!

Sì, la prefazione del mio libro, edito da Aletti editore, e la sua partecipazione al libro che ho scritto durante il lockdown, La stella più bella, edito da Falco Editore, il cui ricavato è stato donato all’emergenza coronavirus.

Mostra altro

Emergere dalle ceneri

18 Agosto 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda

 

 

 

 

 

Intervista alla stilista dei vip, la pratese Cinzia Diddi.

 

 

Da dove deriva l’ispirazione per questa collezione?

 

Se ti permetterai di morire: a volte andare in frantumi è il modo migliore per rinascere più splendente di prima! Questo è il mio pensiero!

Tornata da Firenze una sera, dopo un lunghissimo anno di privazioni di ogni genere, dagli abbracci, al contatto di ogni tipo. La Città mi apparve bellissima, più del solito, camminando tra le sue vie, respirando la storia che trasuda da ogni mattone, sono riuscita a sentire il profumo della vita. Una sensazione carica di forza, che ho voluto trasferire nel lavoro, in modo da veicolare un messaggio importante. Ho pensato alla capacità di risorgere, abile virtù.

Perché racconto questo? Perché nasce da qui l’idea della Collezione Autunno/ inverno 21/22, tutto parte da una riflessione profonda che riguarda tutti Noi.  “Melior de Cinere Surgo” (risorgo sempre più bella dalle mie ceneri). È la metafora della vita: è dalla fragilità che scaturisce la vera forza, è dal fallimento che nasce il successo, è dalla distruzione che nasce la creazione. Ho voluto che il mio mondo si facesse portavoce di questo profondo messaggio.

 

Ci racconti meglio e più approfonditamente!

 

Ognuno di noi ha dovuto, in questo lunghissimo anno, affrontare difficoltà, ognuno di noi si è sentito sprofondare nel fango dei pensieri negativi e avrà pensato di non farcela. Sono i fisiologici cicli della vita. È normale. È la vita. È la crescita.

Vedi, c’è una cosa che accomuna tutti noi, indipendentemente dalla professione, dal ruolo sociale o dalla posizione economica posseduta: il fatto che come essere umani siamo tutti governati dalla stessa logica della vita e delle emozioni umane. Ecco, in tutti momenti di buio interiore io mi sono sempre immaginata fenice. Per poter rinascere, tutte le volte che sprofondo negli abissi!

Veniamo tutti da un periodo estremamente difficile, il Covid-19 purtroppo ha segnato tutti noi, ma riusciremo a rinascere!

A questo ho dedicato la mia collezione, alla capacità di rinascere!

 

Solo se ti Permetterai di soffrire: aumenterà la tua resistenza.

Se ti Permetterai di sentire: aumenterà la tua sensibilità.

Se ti Permetterai di dubitare: aumenterà la tua fiducia.

Se ti Permettersi di crollare: aumenterà la tua resilienza.

Se ti Permetterai di percepirti una nullità: aumenterà la tua umiltà.

Se ti Permettersi di sentirti solo: aumenterà la tua indipendenza.

Se ti Permettersi di mostrarti fragile: aumenterà la tua forza.

 

Le sue collezioni sono sempre legate a riflessioni profonde?

 

Io sono una stilista ma sono anche una scrittrice, amo la poesia, la cultura, non potrei mai scindere la moda da ciò che ispira la mia scrittura, e quindi ogni volta che un avvenimento segna la mia vita in positivo o in negativo prende forma un libro, una riflessione e subito dopo una collezione connessa a tutto questo.

 

Ph Mariano Marcetti

Model Claudia Licheri

Mostra altro

Un compleanno speciale

14 Agosto 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda, #personaggi da conoscere

 

 

 

 

 

 

La stilista dei Vip, Cinzia Diddi, ha festeggiato in Versilia, al Bagno Palmo mare, il compleanno del figlio Dante Elsen Luigi.

Una serata tranquilla in una location da sogno. Hanno cenato con il suono del mare in sottofondo, la nota stilista e la sua famiglia. La stilista ama la Versilia, si vocifera che stia cercando la location per la sua prossima sfilata e che le onde del mare e il profumo di salsedine siano da sempre di grande ispirazione per la sua scrittura.

L’ultimo libro della stilista, edito da Aletti editore, s'intitola L’opera, con prefazione del leader dei Rockets, Fabrice Pascal Quagliotti.

La stilista è nota non solo per il suo marchio di lusso ma anche per aver vestito molti personaggi famosi del mondo dello spettacolo, in film, programmi televisivi, red carpet, spettacoli teatrali: Emanuela Aureli, Stefania Orlando, Edoardo Ercole, Veronica Satti, Beppe Convertini, Enzo Paolo Turchi, Francesco Guasti, Gabriella Carlucci, Ilary Blasi, Serena Grandi, Carmen Russo, Carmen Di Pietro, Giucas Casella, Piero Maggiò, Mariagrazia Cucinotta, Annalisa Minetti, Eleonora Daniele, Mila Suarez, Demetra Hampton, Stefano Masciarelli, Alessandro Haber, Elisabetta Pellini, Milena Vukotic, Daniela Giordano, Barbara Kal, Cristofer Lambert, Marino Bartoletti, Corinne Clery, Corrado Solari, Giovanna Carollo, Fabrice Pascal Quagliotti, Cristina Castano Gomez, Chiara Iezzi, Lorenzo Flaherty, Ray Abruzzo.

Ha anche partecipato come attrice a film e cortometraggi.

 

Mostra altro

Ischia film festival

22 Luglio 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda, #cinema, #personaggi da conoscere

 

 

 

 

La talentuosa stilista toscana prende parte al film di Elisabetta Pellini, al suo esordio da regista, Selfiemania il titolo.

Scena di apertura per la Stilista Cinzia Diddi nel film Selfiemania con una strepitosa Milena Vukotic. Si tratta di SELFIEMANIA - FILM con co-produzione internazionale, il cui episodio italiano è stato girato a S.Stefano di Camastra (Messina), in Sicilia. Regia di Elisabetta Pellini, prodotto da Claudio Bucci, direttore alla fotografia Blasco Giurato, con due strepitosi attori Milena Vukotic e Andrea Roncato.

Tanti protagonisti del mondo del cinema a Ischia con oltre 200 proiezioni .

 

 

Sappiamo che oltre al suo lavoro di stilista ha prestato la sua immagine come attrice?

Cinzia Diddi: Sono tornata dalla Sicilia molto carica e soddisfatta. Sul set c’era una bellissima atmosfera, come fosse una grande famiglia. E’ stato facile lavorare con quel clima. A me è spettata l’apertura del film, interpretando me stessa, presentata da Milena che nel film è Madame Letizia, una food blogger, molto attenta allo stile. Nella scena di apertura mi presenta e mi fa salutare i suoi followers.

 

Nel film ha vestito Milena Vukotic?

Cinzia Diddi: Un’esperienza molto particolare che mi ha lasciato dentro tanta emozione. Ho curato l’immagine di questa splendida e aristocratica signora del cinema italiano, delicata nei movimenti ma con una carica e un’energia veramente forte. È stata subito magia e soprattutto grande sentimento di stima e ammirazione, ho disegnato e realizzato gli abiti per lei cercando di tirar fuori i colori della sua anima. Poi li vedrete nel film non voglio svelare niente.

Mostra altro

Fashion show di Forte dei Marmi

4 Luglio 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda, #eventi, #personaggi da conoscere

 


 

 

In un anno in cui sono saltati i tradizionali appuntamenti mondani, le sfilate di Miss Italia, le possibilità d’incontro limitate all’aperitivo con gli amici, aver confermato il ritorno della moda sotto le stelle di Forte dei Marmi «è stato un successo». Si è svolta all’Alpemare di Forte dei Marmi la sfilata di moda galà presentata da una Splendida Jo Squillo.

Gli eventi sulla sabbia hanno sempre un'aura particolare, il profumo del mare, i colori dell’estate, pura magia. Se poi la presentatrice è Jo Squillo il successo è assicurato.

La stilista Cinzia Diddi aveva già condiviso un progetto con Jo Squillo, donò una bambola al muro delle bambole, ideato dalla stessa Jo Squillo, in segno di partecipazione attiva contro il femminicidio.

Eleganza, ricercatezza e bon vivre italiano. Sono gli ingredienti della seconda edizione di “Un’estate eccellente“, evento che Il Salotto di Milano porterà anche quest’anno a Forte dei Marmi. Per la precisione  al bagno "Alpemare", per celebrare le eccellenze dell’Italian style. Presentata da una madrina d’eccezione come la cantante Jo Squillo, la serata vedrà protagonista la moda.

L’evento di gala è stato un grande successo, tra i Vip l’attrice Barbara Kal, sensazionale in un abito a sirena firmato dalla Stilista dei Vip, Cinzia Diddi.

Barbara Kal è attrice, conduttrice, doppiatrice e speaker radiofonica, una vera e propria artista a 360 gradi che si divide tra teatro, televisione e radio.

 

Intervista a Barbara Kal

 

Qual è il suo rapporto con la Stilista Cinzia Diddi?

Il mio rapporto con Cinzia Diddi è di estrema fiducia nella sua visione di me... ed è ormai diventata una "amica", anche se per i suoi e i miei impegni non è facile incontrarci di persona. Ma l'intesa è molta. La stimo moltissimo.

 

Un suo parere sulla Stilista dei Vip ?

Cinzia stilista è una donna di grandissima professionalità e sensibilità. Lei riesce a leggerti dentro... al di là dello stile che sa abbinare alle persone, capisce l’abito che vuole farti indossare attraverso un'approfondita conoscenza che riesce ad avere delle persone.  Mi sorprende sempre, perché spesso crede molto di più in me che non io stessa, e sa valorizzarmi tantissimo.

 

 

Qual è il suo ultimo progetto?

Ho molti progetti ma non posso svelare niente, seguitemi sui social.

 

               

Mostra altro

Festival Tulipani di Seta Nera

1 Luglio 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda, #televisione, #cinema, #eventi

 

 

 

 

Intervista alla Stilista Cinzia Diddi, in giuria di Varietà nella XIV Ed. del Festival Tulipani di Seta Nera.

 

Lei ha fatto parte della giuria di Varietà nella XIV Edizione del Festival Internazionale Tulipani di Seta Nera?

 

Sì,  sono felicissima, amo il cinema, ne seguo e ho seguito come stilista molti set .

Questa sarà una bella avventura, per adesso sono già usciti alcuni articoli relativi alla mia partecipazione insieme ad altri giurati.

 

Quanto è legata al cinema?

 

Molto, al cinema devo molto. Se vuoi rimanere in questo settore devi essere professionale. Non ci si può improvvisare. Il mio ruolo è quello di lavorare in stretta collaborazione con sceneggiatrice e scenografi per la cura dei dettagli degli abiti che dovranno essere contestualizzati e non sovrastare né il personaggio né l’ambientazione.

 

Quanto è importante un abito?

 

È fondamentale, spesso rivela aspetti e dettagli del personaggio più di quanto facciano le parole.

 

Quali sono i progetti per il futuro? E Quale l’ultimo a cui ha lavorato?

 

Sto seguendo film con attori internazionali. Ovviamente sto lavorando alla collezione del mio Luxury brand e seguo l’immagine di molti  personaggi per trasmissioni televisive.

 

Il festival è arrivato in Tv cosa ci racconta a riguardo?

 

Sì, meraviglioso ! Su Rai 2, presentato da Pino insegno ed Elena Ballerini. Ha riscosso un notevole successo, mi sento in piccola parte di aver contribuito, io ho disegnato e creato gli abiti della conduttrice, la bellissima Elena Ballerini, e della direttrice creativa, nonché amica, Paola Tassone. Paola è una splendida persona dal grande spessore emotivo.

 

Cinzia Diddi è la stilista dei Vip, nota per aver vestito oltre 60 personaggi del mondo dello spettacolo.

I suoi abiti sono richiestissimi!

 

Mostra altro

Giorgio Diddi : Donazione di mascherine e fondatore della Dimedical

15 Aprile 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #il mondo intorno a noi, #personaggi da conoscere

 

 

 

Giorgio Diddi è figlio d’arte, imprenditore pratese, da sempre nel tessile. Rappresenta la terza generazione, il padre imprenditore, il nonno imprenditore.

Durante questa lunga pandemia la città di Prato ha chiesto alla sua azienda, punto di riferimento sul territorio, di produrre presidi di protezione per fare fronte all’emergenza coronavirus.

Diddi non si è tirato indietro e non solo ha prodotto 350.000 mascherine, convertendo un reparto per la produzione “a mano” delle stesse, ma ha anche acquistato macchinari per la produzione di mascherine certificate chirurgiche automatizzando la filiera produttiva e fondando la Dimedical.

 

Quanto è stato importante per lei dare un contributo così profondi alla sua città?

Direi che è stato fondamentale.

Poi come sono solito dire aiutando gli altri ci si aiuta.

Producendo mascherine ho potuto creare lavoro per i miei dipendenti assicurando loro gli stipendi.

 

Lei ha donato molto, come l’ha fatta sentire?

Credo nella beneficenza e nell’aiuto reciproco.

 

Quanto ha risentito il suo settore di questo momento di crisi?

Molto, si parla nel distretto tessile anche di una riduzione dei fatturati del 70%.

 

Come crede di combattere questa profonda crisi mondiale?

Come direbbe mio nipote Dante: usando i “Superpoteri”.

 
 
 
Mostra altro

"L'Opera " il nuovo libro di Cinzia Diddi

3 Marzo 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda

 

 

 

 

Cinzia, tu sei una stilista, vesti star del cinema, dello spettacolo. Torniamo indietro negli anni, quando eri bambina e già fantasticavi questo lavoro che poi è diventato la tua grande professione: raccontaci quali erano i sogni di allora e di questi sogni quali sei riuscita davvero a realizzare.

Il sogno era uno: lavorare nel mondo della moda. Non potrei volere di più. Ho realizzato tutto perché faccio il lavoro della mia vita.

Dal sogno al successo, intendendo per successo un concetto personale. Sono ricercata da costumisti importanti per seguire nello stile la scenografia e la sceneggiatura di film, spettacoli teatrali, red carpet. Vesto vip, per programmi televisivi, sfilate, shooting fotografici, trovatee sui giornali le mie creazioni.

Sono stata fortunata perché ho potuto studiare altro mentre inseguivo il mio sogno nell’azienda di mio padre dove sognavo il lusso e l’alta moda .

 

Nel libro si parla della sua arte?

Si parla di alta moda, il mondo che ho reso mio. La bellissima prefazione è stata scritta da Fabrice Pascal Quagliotti, leader dei Rockets.

 

Abbiamo avuto notizia che uscirà  un altro suo libro libro dal titolo L’opera.

Il libro è autobiografico vuole essere un messaggio chiaro che i sogni si possono realizzare.  Ci vogliono impegno, determinazione, costanza, talento, studio, allenamento a far divenire le difficoltà delle occasioni di grande crescita.

 Al di là dei sogni, il lavoro sappiamo che è tutta un'altra cosa. 

 

C’è qualche stilista a cui si è ispirata o si ispira?

Sinceramente no, io percorro la mia strada, con il mio senso del gusto, la mia ammirazione per l’equilibrio, il colore, il neoclassicismo, il barocco.

Fra le mie muse e icone di regalità c’è proprio lei, la più splendida principessa di tutti i tempi: Grace Kelly.

 

Cinzia, lei appartiene ad una famiglia che ha una lunga e stimata tradizione nella sartoria.  Quanto questo le è stato d'aiuto e quanto eventualmente le ha pesato, per le aspettative che si vengono inevitabilmente a creare in questi casi, come per tutti i "figli d'arte"?

È stato sempre un grande aiuto, è chiaro: bisogna sapere di essere figli d’arte e stabilire un giusto rapporto con l’esserlo. Ci sarà sempre tuo padre che pretenderà il massimo e dovrai sempre fare i conti con le aspettative dei tuoi spettatori. Ma se tu lavori bene, e con il cuore tutto questo si annulla e anzi sarà d’aiuto per fare anche meglio.

 

Qual è la tentazione più forte a cui Cinzia Diddi non ha saputo resistere?

Io non resisto al bello, davanti alle cose belle non posso che cadere in tentazione. Ammirandole, studiandole, e facendole mie.

 

Il libro sarà un impegno di solidarietà?

Sì, il ricavato andrà a Cure2 children un’associazione a tutela dei Bambini.

Io sono nel sociale molto attiva da questo punto di vista, adozioni a distanza e donazioni, non voglio dire molto altro , queste sono azioni che devono venire dal cuore, non mi piace molto pubblicizzarle.

A me piacciono i fatti più delle parole in certi ambiti.

 

Foto Mariano Marcetti

Model Claudia Licheri

 

Mostra altro

Cinzia Diddi lancia il microcardigan

11 Febbraio 2021 , Scritto da Cinzia Diddi Con tag #cinzia diddi, #moda

 

 

 

 

Quest'anno il cardigan si trasforma in una nuova versione mini e super sexy. Come indossarlo? Ve lo svela la stilista delle star tra look di sfilata e scatti street style, indossato dalla bellissima Modella Michela Triulzi.

La maglieria si evolve, si rinnova e torna a essere protagonista della Primavera/ Estate del 2021. Dopo il ritorno del pullover taglio boyfriend e del classico maglioncino bon ton, e del gilet già visto e presentato nelle precedenti sue collezioni adesso è finalmente arrivato il momento del micro cardigan.

Oggi il micro cardigan è un prodotto da passerella e senza esitazione Cinzia Diddi lo propone e la modella Michela Triulzi lo presenta con una tale disinvoltura da farlo sembrare un capo quasi quotidiano.

Qui lo vediamo nello stile più tranquillo, in tessuto bronzato e più estremo quasi dark abbinato e alleggerito da un pantalone nero svasato.

 

Cosa le piace mettere in evidenza di questo capo?

Ho voluto realizzare e rispolverare qualcosa che era ormai quasi dimenticato. Ho scelto Michela, la modella, la sua disinvoltura e il suo atteggiamento sono importanti quanto il capo, è un mix vivente, ne esce come risultato la valorizzazione di entrambi.

Queste sono virtù che Michela possiede e, insieme al fotografo Thomas Capasso, abbiamo voluto giocare anche con i colori.

 

Perché questo trucco?

Sapevamo di correre il rischio che un trucco particolarmente eccentrico potesse distogliere l’attenzione dal capo che la modella sta indossando, ma ci è piaciuto proporlo.

 

E la scelta dei colori?

Esatto mi ha anticipato! Il trucco scelto propone esattamente i colori cult di questa primavera/estate 2021, l’azzurro/turchese e il rosa shocking. Così col trucco abbiamo dato indicazioni sui colori tendenza.

 

Ormai il suo marchio è molto conosciuto e diffuso un po’ in tutto il mondo?

Di strada da percorrere ce n’è molta, come stilista sono soddisfatta; io però sono anche un’imprenditrice e questo periodo di pandemia ha messo tutti a dura prova a livello economico.

 

Come mai ha scelto Michela Triulzi?

Poche parole ma importanti per descriverla: professionale, instancabile, particolare e intrigante ma non lontana, non irraggiungibile, quindi ogni donna può rivedersi in lei.

 

A cosa sta lavorando? Quale progetto sta portando avanti? Lei è sempre piena di cose da fare ed è difficile riuscire anche ad intervistarla?!

 

Sì, oltre ad essere una stilista sono un’imprenditrice, ho poco tempo a disposizione e capita spesso di portare avanti un’intervista mentre contemporaneamente parlo con i miei collaboratori e la mia segretaria mi ricorda le cose da fare. A volte mi sento un po’ un robot.

Voglio ringraziare il fotografo Thomas Capasso e la Modella Michela Triulzi che ha saputo dar vita alla collezione.

 

Model Michela Triulzi

Ph Thomas Capasso

 

Mostra altro
1 2 3 4 5 > >>